I Romazi Distopici da leggere sotto all’ombrellone (Parte 3)

L’umanità è in continua ricerca di progresso a livello tecnologico e scientifico, con lo scopo di raggiungere un nuovo standard di vita superiore… Cosa succede, però, quando tutto va storto?
Negli ultimi anni, la letteratura fantascientifica ha speculato su un futuro che ha preso una brutta svolta, portandosi dietro un’infinità di conseguenze negative sull’umanità e sull’ambiente.
Ecco a voi la terza e ultima parte della nostra lista di romanzi distopici da leggere sotto l’ombrellone durante l’estate.

Prima di partire per le vostre prossime vacanze, sfruttate questo Buono Amazon per risparmiare sull’acquisto di libri cartacei, kindle, articoli di elettronica, tecnologia, abbigliamento e tanto altro ancora!

The Road di Cormac McCarthy

Questo romanzo lancinante e post-apocalittico è destinato a diventare il capolavoro di Cormac McCarthy. Un padre e suo figlio camminano da soli attraverso un’America logorata. Nulla, oltre alla cenere mossa dal vento, si muove nel paesaggio devastato. È così freddo che è possibile sgretolare le pietre e quando la neve cade, questa è grigia.
Il cielo è buio.
La loro destinazione è la costa, anche se non sanno cosa li aspetta.
Non hanno nulla… solo una pistola per difendersi contro le bande senza legge che abitano le strade desolate, i vestiti che indossano, un carrello di cibo spazzato, e l’un l’altro.
The Road è la storia profondamente commovente di un viaggio. Immagina un futuro incredibile in cui non rimane alcuna speranza, ma in cui il padre e il figlio, “l’intero mondo intero”, sono sostenuti dall’amore.

Red Rising di Pierce Brown

Darrow è un Rosso, membro della casta più bassa della società codificata di colore del futuro. Come i suoi colleghi Rossi, lavora tutto il giorno, convinto che lui e il suo popolo stiano rendendo la superficie di Marte abitabile per le generazioni future. Eppure trascorre la sua vita con positività, sapendo che il suo sangue e il sudore un giorno porteranno ad un mondo migliore per i suoi figli.
Ma Darrow e il suo genere sono stati traditi. Presto scoprirà che l’umanità ha raggiunto le generazioni in superficie secoli prima. Grandi città lussureggianti e ambienti selvatici si sono diffusi in tutto il pianeta. Darrow – e i Red come lui – non sono altro che schiavi di una classe dirigente decadente.
Ispirato dal desiderio di giustizia e guidato dalla memoria dell’amore perduto, Darrow sacrifica tutto per infiltrarsi nel leggendario Istituto, un terreno provvisorio per la casta d’oro dominante, dove la prossima generazione di sovrani dell’umanità lotta per il potere. Sarà costretto a lottare per la sua vita e per il futuro della civiltà contro la migliore e più brutale classe dirigente della Società.

The Ship di Antonia Honeywell

Londra bruciò per tre settimane. E poi peggiorò…

Lalla è cresciuta al riparo dal caos, tra le rovine della civiltà, ma le cose stanno diventando più pericolose all’esterno. La gente si uccide a vicenda per poche briciole di pane e la polizia sta arrestando chiunque non possieda una carta d’identità. Al suo sedicesimo compleanno, il padre di Lalla decide che è il momento di usare la loro via di fuga – una nave che egli ha costruito, abbastanza grande da salvare cinquecento persone.
Ma l’utopia che suo padre ha creato non è tutto ciò che sembra. C’è più cibo di chiunque possa mangiare, ma nulla vi cresce. Ci sono più vestiti, ma non c’è modo di ripararli. Nessuno le può dire dove stanno andando…

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *