I segreti del siero antiage: ecco come sceglierlo e come usarlo

beauty

Il siero per il viso è uno step molto importante, ma ancora oggi si fa confusione sul suo corretto utilizzo. Ecco i segreti per sfruttarne al meglio gli effetti antietà e i consigli su come sceglierlo

di Monica Melotti

default onloading pic

3′ di lettura

Siero siero delle mie brame chi è il più buono del reame? Il siero per il viso è uno step molto importante, ma ancora oggi si fa confusione sul suo corretto utilizzo. Chi lo usa da solo, senza applicare dopo la crema, considerandolo un unico trattamento per viso e facendo un errore.

Chi non sa come orientarsi nella scelta e lo sceglie a caso, sotto una spinta emotiva, altro errore. Chi lo applica in dosi massicce sia al mattino che alla sera, non sapendo che ne basta una piccola quantità, dato che il siero è molto ricco di attivi; per intenderci una crema ne può contenere dal 5 al 10%, il siero fino al 70% sul totale della formula.

Siero per il viso, un aiuto antietà tra acido ialuronico, fiori e retinolo

Siero per il viso, un aiuto antietà tra acido ialuronico, fiori e retinolo

Photogallery12 foto

Visualizza

Ma cosa è esattamente un siero? «Il primo pensiero è che sia un cosmetico antiage, destinato solo a contrastare le rughe e quindi indicato per una pelle matura, ma non è affatto così – risponde Elisabetta Volpi, esperta in cosmetologia scientifica -. Il siero è un passaggio essenziale nella cura della pelle di ogni età e dovrebbe essere presente nella beauty routine anche in giovane età. L’importante è saper scegliere quello più adatto alle esigenze della propria pelle».

C’è siero e siero
Il siero si presenta con una consistenza fluida, un’emulsione non grassa, va sempre usato in sinergia con la crema per essere realmente efficace, il suo plus infatti è quello di aumentare la penetrazione degli attivi. «È un trattamento specifico studiato per risolvere o migliorare l’aspetto della pelle – continua l’esperta -. Il principio attivo più noto e più efficace è l’acido ialuronico che riempie le piccole rughe, distende i tratti e schiarisce la pelle, togliendo anche i segni di stanchezza. In commercio ce ne sono diversi e la scelta deve essere “tailor made” secondo le proprie esigenze e i momenti della vita. In momenti di stress o al cambio di stagione si possono anche usare due sieri in sinergia: al mattino uno più leggero, alla sera una più concentrato».

E aggiunge: «Se la pelle ha bisogno di sostegno, va bene un siero al collagene, una proteina molto importante che funge come un vero e proprio sostegno della pelle. Il retinolo, un derivato dalla vitamina A, invece, svolge una potente azione antiaging e stimola la formazione di nuove fibre di collagene. Pelle spenta e colorito dismogeneo? Perfetta la vitamina C, l’acido ascorbico è utile nel miglioramento della struttura della pelle ed efficace per ridurre le macchie cutanee. Esistono anche dei sieri composti da più sostanze, un mix di antiossidanti, vitamine, estratti vegetali, acido ialuronico e acido glicolico, stimolano le cellule a lavorare bene e a riprodursi, contrastando lo stress ossidativo».

Source link

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *